Visita guidata poetica al celebre cimitero dei poeti

Vi aspetto Domenica 23 Ottobre 10 in via Caio Cestio,6 davanti l’ingresso, con una “visita guidata poetica”al cimitero settecentesco acattolico di Testaccio. Per conoscere le poetesse e i poeti e artisti che hanno scolpito le donne  nella pietra e nella poesia in uno dei luoghi più affascinanti di Roma.

Il cimitero detto “degli Inglesi” è uno dei cimiteri artistici più suggestivi al mondo. Molto amato dai poeti, è ricco di memorie letterarie. Gabriele D’Annunzio vi ambientò un episodio de “Il piacere” e Pier Paolo Pasolini s’immaginò a colloquio con Antonio Gramsci davanti alla sua tomba. Il Cimitero  si è venuto formando, dapprima spontaneamente, e poi con l’intervento delle autorità straniere a Roma, per poter dare una degna sepoltura ai protestanti ed agli ortodossi morti nella nostra città visto che, fino all’Ottocento, i non cattolici venivano inumati di notte, al lume delle torce e lontani dai camposanti, perché questa era la legge del Papa.

Tra i quattromila ospiti del cimitero del Testaccio, senz’altro ci saranno numerosi altri personaggi che, in un modo o nell’altro, fanno parte della nostra storia ma il nostro itinerario seguirà le ombre  delle grandi anime che hanno segnato pagine di straordinaria bellezza scrivendo sulle donne le loro poesie e lettere più belle. Ma si narrerà pure di una poetessa romana  Amalia Rosselli e delle 3 donne misteriose del cimitero…

Inoltre s’incontreranno alcune delle vere e proprie opere d’arte  come la famosa ‘Psiche che si sveste delle sue spoglie mortali’ citata dal D’Annunzio o gli innumerevoli reperti di epoca romana impiantati nei sepolcri ottocenteschi;la tomba ad opera di Piranesi,  si ascolteranno i versi di P.B. Shelley e del poeta che non vorrà scrivere il suo nome sulla lapide  ma “ Qui giace uno il cui nome fu scritto sull’acqua”.

Gli artisti, ribelli nello spirito, che ci hanno donato grandi pagine di letteratura continuano a parlarci, in questo parco. Non è infrequente trovare sulle loro tombe, ben ripiegati tra i fiori, bigliettini di visitatori, ammiratori, amanti delle loro opere.

VISITA ABBINABILE ALLA CASA DELLA POESIA DI KEATS E SHELLEY

This entry was posted in ROMA IN...POESIA. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *